Rintraccio conti correnti debitore. In cosa consiste e quali sono i tempi e i costi.

Si tratta di uno dei servizi più richiesti nell’ambito delle indagini patrimoniali.Vediamo in cosa consiste, in che tempi e con quali costi.

 

Il rintraccio dei conti correnti è sicuramente uno dei servizi più richiesti nell’ambito delle informazioni commerciali ed in particolare nelle operazioni di recupero del credito. Il motivo delle tante richieste è sicuramente dettato dal fatto che risalire ad un conto corrente di un debitore significa poterlo pignorare.

Il pignoramento del conto è una pratica molto utilizzata nel recupero del credito per la velocità di esecuzione e le possibilità di successo.

Il pignoramento del conto corrente ha inizio con la notifica di un atto di precetto o di una cartella di pagamento dove ad essere bloccato non è tutto il conto ma solo le somme per le quali il creditore ne ha titolo.

Le procedure possono essere diverse se si tratta di un privato (banca, fornitore, ecc.) oppure l’ Agenzia Entrate Riscossione ente preposto dallo stato che dal 1° Luglio 2017 ha sostituito Equitalia. Nel caso dei privati infatti è necessario instaurare una procedura in tribunale mentre nel secondo caso tutto avviene con la ricezione della banca di una lettera che contiene l’obbligo di bloccare le somme richieste dall’ente entro 60 giorni.

Chi ha diritto di pignorare un conto corrente?

Per quanto banale possa essere la domanda è necessario tenere presente che solo un creditore in possesso di un titolo esecutivo può procedere all’esecuzione forzata e quindi al pignoramento. Il titolo esecutivo è un documento ufficiale che attesta l’esistenza e l’entità del credito.

Quali sono i titoli esecutivi?

I titoli esecutivi sono:

  • -I decreti ingiuntivi (dopo 40 giorni dalla loro notifica e non soggetti ad opposizione)
  • -Le sentenze di condanna
  • -Cambiali e assegni
  • -Le conciliazioni firmate in presenza dell’ispettorato del lavoro
  • -Tutti gli atti pubblici stipulati dal notaio aventi oggetto il pagamento in denaro

 

Quali sono i limiti al pignoramento del conto?

Conto Corrente Cointestato: Questa tipologia di conto è pignorabile nei limiti della metà ovvero il creditore può prelevare fino alla metà dei fondi presenti, anche se questo non soddisfa l’entità del suo credito.

Ad esempio se un creditore vanta un credito di € 1500,00, pignorando un conto cointestato tra i coniugi dove sono depositati solo €1000,00 potrà agire per €500,00. Per il restante sarà opportuno intraprendere azioni.

Conto Corrente dove si accredita lo stipendio o pensione: I fondi presenti al momento del pignoramento possono essere aggredite solo nella misura che eccede il triplo dell’assegno sociale (ossia € 448,07) ovvero € 1.344,21

Ad esempio su un conto corrente con €4000,00 si può pignorare solo la somma di € 2.655,79 (€ 4000,00 – € 1.344,21)

Nel caso delle somme successive che vengono accreditate a mezzo stipendio queste possono essere decurtate di (1/5), che nel caso di pignoramento da parte dell’ Agenzia Ente Riscossione è di 1/10 se lo stipendio è inferiore a € 2500,00 e 1/7 se lo stipendio è superiore ad € 2500,00

N.B. Per poter usufruire di questi limiti è necessario che sul conto bancario non siano accreditati redditi di natura diversa.

Come fa il creditore a sapere qual’è il conto del debitore?

Uno dei modi più veloci ed efficienti è quello di incaricare una agenzia investigativa per rintracciare il conto corrente.

CreditVision oltre ad offrire un servizio di consulenza specializzata, sempre molto utile nei diversi casi di recupero del credito, esegue le ricerche dei conti correnti su tutto il territorio nazionale e per tutti gli istituti di credito presenti.

Il nostro servizio consente in tempi brevi di poter risalire ad uno o più conti intestati al debitore.

Il costo della pratica è di € 190,00 + Iva con tempi di evasione in 10 gg. lavorativi oppure con URGENZA € 380,00+iva con tempi di evasione di 3 gg. lavorativi.


Vorresti ricevere maggiori informazioni sul servizio?

I nostri esperti sono a tua disposizione per una consulenza immediata e gratuita.

 

Facebook
Google+
https://www.creditvision.it/focus/rintraccio-conti-correnti-debitore-in-cosa-consiste-e-quali-sono-i-tempi-e-i-costi">
LINKEDIN

ESPERIENZA

FOCUS

CONTATTI

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial