Scopri se e come ridurre l’assegno di mantenimento in caso di lavoro nero e/o redditi occulti

Sai che se il tuo ex lavora in nero o non dichiara tutti i patrimoni , puoi chiedere una variazione dell’assegno di mantenimento? Ecco come fare.

 

Posso chiedere la revoca o la revisione dell’assegno di mantenimento?

 

Il giudice, quando concede un assegno di mantenimento o di divorzio, si basa sui patrimoni degli ex coniugi.

Capita però che una delle due parti dichiari di meno, per avere di più o l’altra dichiari di meno, per dare di meno o addirittura nulla. 

In ogni caso in cui le condizioni economiche degli ex coniugi siano cambiate o si scopra che già erano differenti rispetto a quelle che furono la base della decisione del giudice, è possibile richiedere la revoca o la revisione dell’assegno in ogni momento e fintanto che questo sia dovuto.

Si parla di revoca quando, per il venir meno delle condizioni costituenti i presupposti di legge, il beneficiario dell’assegno non abbia più il diritto ad ottenerlo.
Si parla di revisione quando, fermo il diritto al “mantenimento”, viene ridotto o aumentato nel suo ammontare.

Ho dei sospetti, come faccio ad accertare che sono fondati?

 

Il caso forse più comune, ma non l’unico, è rappresentato dal lavoro in nero. Questa condizione è difficilmente accertabile pur andando di fatto ad aumentare – e talvolta anche di molto – il patrimonio del soggetto. Ovviamente di questo reddito occulto il giudice non può venirne facilmente a conoscenza se non in questi casi.

Per accertare che l’ex ha redditi o patrimoni occulti, gli strumenti certamente più efficaci sono le indagini svolte in modo autonomo o per il tramite di agenzie investigative specializzate che possono trovare documenti utili (altrimenti inaccessibili al privato) e indagare  “sul campo” l’effettivo tenore di vita e le abitudini dell’ex coniuge.

 

A chi devo rivolgermi e come posso fare?

 

Quando non sia possibile trovare un accordo amichevole tra gli ex coniugi, sarà necessario rivolgersi al giudice per chiedere la revoca o la revisione del mantenimento.

Per farlo sarà necessario allegare le prove a sostegno della propria richiesta; per ottenere tali prove sarà necessario affidarsi ad agenzie specializzate come CreditVision.

CreditVision gode di un team di esperti in grado di raccogliere tutte le informazioni necessarie a dimostrare che l’ex coniuge lavora in nero e/o gode di patrimoni occulti.

Le prove così raccolte avranno, non solo valore indiziario ai fini della valutazione del giudice, ma potranno essere suffragate dalla deposizione testimoniale dell’investigatore.

In quanto tempo è possibile completare un’indagine patrimoniale con CreditVision?

 

Non è possibile dare una risposta univoca poiché ogni caso è unico e ha esigenze differenti. Facci conoscere le tue esigenze e saremo in grado di cucire su misura un’indagine personalizzata a tutela dei tuoi diritti. 

Quanto costa?

 

Il servizio è chiaramente proporzionato rispetto al vantaggio economico che si desidera ottenere.

Proprio perchè si tratta di un lavoro sartoriale, abbiamo bisogno di conoscere le tue esigenze per poter fare un preventivo e poterti dare una consulenza gratuita.

 Leggi l’articolo completo

Compila senza impegno il form sottostante o chiamaci per sapere di più.

I nostri esperti sono a tua disposizione per fornirti consulenza immediata e senza impegno.

 


 

 

Facebook
Google+
https://www.creditvision.it/riduzione_mantenimento_-lavoro_nero">
LINKEDIN
RICHIEDI INFORMAZIONI


ARTICOLI CORRELATI

ESPERIENZA

FOCUS

CONTATTI

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial