Vendor & Acquisition Due Diligence nella cessione NPL

Vendor Due Diligence Npl cessione portafogli crediti deteriorati

Risolvere e colmare l’asimmetria informativa grazie a specialisti dell’informazione e dell’indagine, consente di offrire un abbattimento del rischio nelle operazioni di cessione dei portafogli NPL o UTP.

 

La NPL Due Diligence è una fase necessaria nella cessione di portafogli in quanto consente di elaborare una gestione vantaggiosa degli stessi in termini di acquisizione e/o cessione.

Il supporto che aziende specializzate come CreditVision, eseguendo una Vendor o Acquisition Due Diligence possono fornire a banche ed investitori consente di mantenersi indenni da rischi e perdite insite nelle c.d. asimmetrie informative.

 

Ma come si esegue una NPL Due Diligence?

Noi di CreditVision siamo di supporto sia al lato cedente, sia al lato investitore, a seconda delle esigenze e della fase del processo in cui interveniamo.

CreditVision, come professionista dell’informazione e dell’analisi del dato si inserisce nella fase di cessione (buy side & sell side) per garantire la bonifica del gap informativo al fine di minimizzare il rischio e massimizzare il risultato del mandante con uno speciale riguardo a mantenere intatta sempre la reputazione dello stesso.

 

SUPPORTO ALLA CESSIONE (SELL- SIDE)

 

Per minimizzare il rischio di perdita legata alla cessione del portafoglio NPL e finalizzare il miglior accordo possibile sempre nel rispetto della reputazione del cedente.

VENDOR DUE DILIGENCE

Consiste in un’attività di supporto nella progettazione di una strategia di vendita, nella fase di negoziazione e di finalizzazione  della stessa. Ridurre l’asimmetria informativa consente di fornire ai potenziali investitori un data set completo, affidabile e trasparente. Fare ciò significa ridurre il gap informativo tra cedente ed investitore con conseguente riduzione della percezione del rischio in capo a quest’ultimo che potrà valutare un portafoglio già analizzato, clusterizzato e valorizzato grazie all’analisi di aggredibilità dei vari debitori.

I vantaggi in ultima analisi sono:

  • abbattimento dei costi di due diligence per l’acquirente   
  • diminuzione della percezione del rischio d’investimento 

che si traducono in:

  • aumento del prezzo offerto          
  • massimizzazione dei vantaggi per il cedente
  • minimizzazione del rischio di fallimento dell’operazione.       

Imprescindibili a a tal proposito sono le operazioni di data enrichment e data remediation:                      

    • DATA ENRICHMENT

Consiste nell’integrazione dei dati relativi alle diverse posizioni bancarie per ottenere un data set che sia integro, uniforme nella struttura, convalidato ed aggiornato. Le ulteriori informazioni, atte a validare ed integrare i dati già noti rilevati dalla mera analisi documentale includono:

    1. Bonifiche anagrafiche;                                               d. Altri conti correnti;
    2. Check residenze e domicilio;                                     e. Valore delle proprietà al netto dei gravami;
    3. Numeri di telefono;                                                     f. Posto di lavoro/ altre fonti di reddito
    4. Negatività ufficiali e reputazionali;                           h. Stato di salute / decesso

Tramite avanzate tecniche di OSINT e Cyber Intelligence recuperiamo enormi quantità di dati in brevissimo tempo. La human Intelligence si inserisce nel valutare i dati raccolti e nel recuperare informazioni non rilevabili dalle banche dati.

    • DATA REMEDIATION

Depuriamo e ricomponiamo i dati in modo che siano facilmente fruibili e funzionali alla valutazione specifica dei vari portafogli di crediti da parte dell’investitore.

Asset manager e professionisti dell’informazione certificano e riorganizzano i dati tramite la creazione di una data room per la fruibilità da parte dell’investitore che potrà facilmente valutare l’esito e l’analisi dell’aggredibilità dei vari subportafogli.

SUPPORTO ALL’ACQUISIZIONE (BUY-SIDE)

 

ACQUISITION DUE DILIGENCE  

Forniamo  ai nostri clienti le informazioni necessarie a valutare la qualità dei portafogli di credito in cessione attraverso l’analisi della documentazione prodotta dal cedente, dell’indagine sulle condizioni debitorie reali delle diverse asset class per elaborare una consulenza in termini di opportunità dell’operazione di acquisizione.

L’analisi e valutazione del rischio della transazione passa per:

  • Analisi documentale: screening della documentazione disponibile, cartacea e non, per scandagliare il data-set;
  • Valutazione della recuperabilità delle diverse posizioni bancarie per asset class;
  • Valutazione dell’aggredibilità tramite l’analisi delle posizioni debitorie;
  • Bonifica della gap informativo del data set prospettato dal cedente;
  • Selezione dei portafogli o sub-portafogli più profittevoli;
  • Supporto nella negoziazione dei termini economici ;
  • Analisi, valutazione e mitigazione dei rischi dell’operazione.

 

Da oltre 50 anni CreditVision si occupa con successo di investigazioni e gestione del credito. Grazie ad un team di analisti, investigatori, negoziatori e avvocati forniamo servizi personalizzati per la risoluzione di ogni caso. 

creditvision

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *