Background check: scoprire un CV falso

Il background check consente in via preventiva di evitare danni all’azienda dovuti ad una selezione del personale non accurata.

 

Già largamente diffuso nel mondo anglosassone, il background check nel pre-employment screening sta prendendo piede anche in Italia. Controllare i precedenti di un candidato infatti, è una buona pratica per le aziende che vogliono operare con la dovuta diligenza nella selezione del personale.

Una delle fasi probabilmente più delicate per un’azienda è la scelta delle risorse umane, soprattutto se destinate a ricoprire posizioni strategiche.

 

background check cv falso

Cos’è il background check?

 

Il background check appartiene alla famiglia delle operazioni di due diligence aziendale.  Letteralmente è il controllo di “ciò che sta dietro” e si riferisce all’operazione di investigazione sul passato di un potenziale candidato per un determinato ruolo professionale.

L’oggetto del background check dipende dai criteri stabiliti dall’ente o azienda che deve assumere e si configura come un’indagine preassunzione.

 

Non è sufficiente il curriculum vitae del candidato per valutare la sua idoneità?

 

Purtroppo non tutte le persone sono chi dicono di essere.

In particolare, quando un candidato è in lizza per un posto che richiede una notevole responsabilità in termini di sicurezza, immagine, o fiducia, basarsi solamente sulle dichiarazioni rese dal candidato stesso potrebbe essere non solo controproducente, ma addirittura pericoloso.

Si rende perciò necessario setacciare il background dello stesso, al fine di verificare se le dichiarazioni rese nel curriculum vitae o sui profili web (LinkedIn, ad es.) corrispondono a quanto effettivamente vissuto dallo stesso.

Quanto può essere pericoloso per un’azienda inserire nel proprio organico in una posizione apicale un professionista che abbia problemi con qualche dipendenza? Oppure che sia stato licenziato per condotte inappropriate o addirittura illegali (mobbing, molestie, furto etc.)?

O quanto può essere sconveniente assumere un candidato che dichiari di essere più qualificato di quanto effettivamente sia, perché millanta un master, una specializzazione o un’esperienza lavorativa mai ottenuti?

Va da sé che utilizzare la dovuta diligenza (due diligence) in una fase importante come la selezione del personale, rappresenta una scelta oculata per poter prevenire invece che curare.

Che cosa si indaga con il background check, non posso farlo da solo?

 

Il background check potrà riguardare precedenti posizioni professionali e relative referenze, istruzione, profilo creditorio, casellario giudiziario. In base alla posizione ambita potrà essere utile effettuare una ricerca su testate giornalistiche, sui social network e tutto ciò che esista su uno specifico candidato.

La ricerca condotta autonomamente incontra dei limiti soprattutto di carattere strumentale e di autorizzazione a procedere in alcuni specifici casi. CreditVision è un’agenzia specializzata che esegue ricerche mirate e finalizzate a ottenere esattamente quanto richiesto dall’ azienda cliente grazie alla completezza di mezzi, di risorse e di professionisti qualificati.

È lecita un’indagine di questo tipo?

 

Assolutamente sì. Il background check rappresenta uno strumento di tutela per l’azienda; essa infatti ha il diritto di sapere chi andrà a far parte del proprio organico. La ricerca deve essere, chiaramente, finalizzata e pertinente e non esulare dall’interesse di assunzione professionale. Per poterla attivare è necessario che il candidato sia avvisato e che questi presti il proprio consenso.

Il candidato dovrà essere informato (conformemente alla normativa sulla Privacy) su quali saranno le modalità di indagine, come verranno trattati i dati raccolti e soprattutto per quali finalità saranno utilizzati.

Quali aziende possono richiedere il background check?

 

Il servizio di background check è sicuramente molto richiesto dalle grandi aziende che non possono assolutamente rischiare danni in termine di immagine e sicurezza. Tuttavia, qualsiasi azienda che voglia essere certa di assumere personale qualificato e affidabile, dovrebbe eseguire un background check sui candidati a ruoli di responsabilità.

In buona sostanza chi voglia scoprire se il candidato è davvero chi dice di essere, si può rivolgere a CreditVision per ottenere una risposta chiara, certa e rapida.

Scopri qui quanto costa e in quanto tempo è possibile avere un report di background check o compila il form sottostante